Iscrizione registro storico

Procedura per la richiesta d’iscrizione al Registro Storico Nazionale ed il rilascio del Certificato di Rilevanza Storica e Collezionistica

 

Le procedure e la relativa modulistica, necessarie per la richiesta d’iscrizione al Registro Storico Nazionale ed il rilascio del Certificato di Rilevanza Storica e Collezionistica, prevedono due differenti casistiche di seguito specificate:

Procedura A: Motoveicoli  muniti  di  regolare  libretto  di  circolazione  nazionale  e  mai dismessi dalla  circolazione  o motoveicoli radiati  d’Ufficio dal PRA, purché muniti di regolare libretto di circolazione;

Procedura B:    Motoveicoli  non  muniti  di  regolare  libretto di  circolazione  nazionale (radiati d’Ufficio  dal  PRA privi di libretto di circolazione, cancellati  dal PRA per  custodia in area privata, demoliti, nuovi mai immatricolati, di importazione estera, di origine sconosciuta, ecc.);

Procedura A

  • Tesserarsi alla FMI mediante un moto club oppure online, ed allegare copia della tessera;
  • stampare il modello A, per la richiesta d’Iscrizione al Registro Storico Nazionale ed il rilascio del Certificato di Rilevanza Storica e Collezionistica, compilarlo in  ogni  sua  parte;
  • effettuare  il  versamento  della  quota  di   euro 50,00  sul  conto  corrente  postale  29889037  intestato  a Federazione Motociclistica  Italiana (indicando  nella  causale  “richiesta d’iscrizione al registro storico”) ed allegare l’ originale della “ricevuta”;
  • effettuare 12  fotografie a  colori  del motoveicolo  su  fondo  uniforme di colore neutro (2 lato destro, 2 lato sinistro, 1  anteriore, 1  posteriore, 1  del   motore  lato  destro, 1 del  motore lato  sinistro, 1  ravvicinata  e leggibile  del numero di motore, 1 ravvicinata e  leggibile  del numero  di telaio, ed 1 del  telaio  a  distanza di un  metro in  direzione  della  zona  dove  il  numero  di  telaio  è  posizionato, 1 ravvicinata  e  leggibile del numero di omologazione  (nei casi in cui  è presente  sul  telaio), tali foto, dovranno essere del formato 10 X 15 e stampate con metodo fotografico;
  • effettuare  la  copia  del libretto di  circolazione  da  cui siano rilevabili i dati tecnici e da cui si evinca che il richiedente sia  l’ultimo  intestatario, nonché  copia  del  foglio  complementare  o  del  CDP (certificato di proprietà), in caso di passaggio di  proprietà in corso occorre allegare copia  del documento che  lo  attesti (documento provvisorio di circolazione) e copia di un documento d’identità;
  • nel caso trattasi di ciclomotore non provvisto di libretto di circolazione  con intestazione, ma con certificato di conformità o privo anche  di quest’ultimo  occorre allegare    la dichiarazione  di proprietà  con copia di un documento d’identità;  
  • nel caso trattasi di motoveicolo radiato d’ufficio dal PRA occorre inoltre: compilare ed  allegare  la    dichiarazione  sostitutiva dell’atto  di  notorietà   relativa  alla  conservazione del motoveicolo, ed  una  copia di un documento d’identità, nonché allegare   la dichiarazione di proprietà ;  

Dopo aver eseguito quanto sopra indicato, il  richiedente dovrà inviare in busta chiusa ad uno degli esaminatori nazionali la predetta documentazione;

 

Procedura B

  • Tesserarsi alla FMI mediante un moto club oppure online, ed allegare copia della tessera;
  • stampare il modello B, per la richiesta d’Iscrizione al Registro Storico Nazionale ed il rilascio del Certificato di Rilevanza Storica e Collezionistica, compilarlo in  ogni  sua  parte;
  • effettuare il versamento  della  quota  di  euro 100,00  sul   conto  corrente  postale  29889037  intestato  a Federazione  Motociclistica Italiana (indicando  nella causale  “richiesta d’iscrizione al  registro storico”) ed allegare l’ originale della “ricevuta”;
  • effettuare 12  fotografie a  colori  del motoveicolo  su  fondo  uniforme di colore neutro (2 lato destro, 2 lato sinistro, 1  anteriore, 1  posteriore, 1  del   motore  lato  destro, 1 del  motore lato  sinistro, 1  ravvicinata  e leggibile  del numero di motore, 1 ravvicinata e  leggibile  del numero  di telaio, ed 1 del  telaio  a  distanza di un  metro in  direzione  della  zona  dove  il  numero  di  telaio  è  posizionato, 1 ravvicinata  e  leggibile del numero di omologazione  (nei casi in cui  è presente  sul  telaio), tali foto, dovranno essere del formato 10 X 15 e stampate con metodo fotografico;
  • effettuare la copia di ogni documento (visura od estratto cronologico del PRA, certificato d’origine, ecc.) di cui si è in possesso;
  • compilare ed  allegare  la   dichiarazione  sostitutiva  dell’atto di  notorietà  relativa alla  conservazione  del motoveicolo allegando la copia di un documento d’identità, nonché  una  dichiarazione di proprietà;
  • allegare, in originale, la dichiarazione  dell’impresa (officina) che  ha  eseguito i  lavori, attestante quanto effettuato (recupero,ripristino,manutenzione,verifica, ecc.);

Solo   dopo  aver eseguito  quanto  sopra  indicato, il  richiedente   potrà  contattare  uno  degli  esaminatori nazionali per concordare quando portargli in visione il motoveicolo ed effettuare la consegna dei documenti.

 

N.B.: consiglio dal MC.

bisogna stare attenti ad effettuare correttamente le differenti procedure (A-B), per la prima (A) è necessario inviare per posta la busta con i documenti necessari all'esaminatore nazionale scelto, mentre per la seconda (B) bisogna contattare l'esaminatore scelto e prendere contatti con lui per portagli il mezzo a visione e consegnare la busta con i documenti necessari, inoltre fate attenzione ad allegare la parte del bollettino con dicitura "Ricevuta di versamento" ad oggi ci siamo accorti che alcune persone hanno questa confusione. Per qualsiasi altro dubbio o informazione contattateci pure.